TOMMASO CASCELLA

Tommaso cascella

La pittura e la scultura sono per lui linguaggi naturali, frutto di un’eredità plurigenerazionale. La sua pittura è incline a una trasposizione tridimensionale, in simbiosi con la sua scultura in bronzo. Le intense composizioni cromatiche di Cascella sono vere e proprie architetture costellate di simboli, quasi un alfabeto alchemico carico di significati universali. Pittura e scultura vengono trattate con la volontà di contaminare la vista con il tatto, la superficie liscia del colore con una stratificazione di gesti e segni, il piano ideale della pittura con vistosi inserti materici. I titoli delle opere sono spesso presi in prestito da poesia e letteratura, a testimoniare una profonda passione per i libri – Cascella si è infatti anche occupato di una casa editrice e di una stamperia d’arte. La sua prima mostra personale è allestita alla Galleria di Luigi De Ambrogi a Milano nel 1985. Nel 1987 restaura un grande edificio cinquecentesco a Bomarzo (VI), dove impianta un nuovo studio. In seguito viaggia in India, allestisce la sua prima mostra di scultura a Roma, e partecipa alla XXI Biennale di Gubbio. Nel 1995 viene nominato “Accademico per la scultura” all’Accademia di S. Luca, e una sua opera in bronzo viene collocata nel quartiere Tachikawa City di Tokyo. E’ presente con la scultura Cielo alla XII Quadriennale di Roma, e al Kaohsiung Museum of Fine Arts di Taiwan con una selezione di opere grafiche. Dal 1997 al 2003 è protagonista di tre mostre retrospettive: a Ischia, al Palazzo dei Priori di Certaldo, e al Palazzo Orsini di Bomarzo. Negli stessi anni si susseguono numerosissime esposizioni personali in molte regioni d’Italia ma anche all’estero (Svizzera, Germania, Slovacchia, Giappone). In particolare, si ricordano le mostre Analogie del presente, allestita al Danubiana Meulensteen Art Museum di Bratislava insieme a Enzo Esposito e Armando Fettolini nel 2001, e la personale Rosssso alla galleria Spirale Arte di Pietrasanta nel 2003. Nell’aprile del 2006 gli viene dedicata una mostra pubblica a Pietrasanta intitolata Il Linguaggio dell’iride, e il mese successivo inaugura con una sua personale la nuova galleria Spirale Arte di Monza. Nel 2007 partecipa a numerose mostre collettive a Roma, Todi, Bolzano, Pescara, e allestisce tre esposizioni personali: alla galleria Eventinove di Torino, alla Fondazione Ceramica Contemporanea d’autore di Deruta, al Museo Archeologico di Terni. Nel 2008 presenta alla galleria Marco Rossi - Spirale Arte di Milano una nuova serie di lavori tridimensionali su carta, intitolata Pop Up. Nel 2010 è presente alla Tricromia Art Gallery di Roma e nello stesso anno espone una personale intitolata L’amore per nome presso la galleria Marcorossi artecontemporanea a Pietrasanta. Nel 2011 partecipa alla Biennale di Venezia con la scultura Cielo rovesciato mentre nel novembre 2012 espone a Palazzo Aldobrandini a Roma per il progetto” “Arte in regola” e nello  stesso mese, è presente alla Walter Bischoff Galerie di Berlino e a Firenze.

PERSONAL EXHIBITIONS
1985, Galleria Deambrogi, Milano - Damnatio memoriae testo di V. Magrelli)
1985, Galleria Corraini, Mantova – Animagia (testo di A. Spatola)
1986, Galleria Rotta, Genova - Graffi all'iride (testo di P. Echaurren)
1986, Studio Cesare Manzo, Pescara - Zootropio (Testo di P. Balmas)
1986, Complesso monumentale di S. Leucio, Caserta - La via della seta (testo E. Battarra)
1986, Villa Buonaccorsi, Potenza Picena (MC) - Granai
1986, Galleria Santelmo, Salò (BS)
1986, Galleria Piramide, Firenze - Il sipario dei senza tempo 1 (testo di F. Gualdoni)
1986, Galleria Bagnai, Siena - Il sipario dei senza tempo 2 (testo di F. Gualdoni)
1986, Galleria San Luca, Bologna - Smorfie (testo di E. Sanguineti)
1987, Galleria Graffiti Now, Verona - Fossili (testo di G. Cortenova)
1987, Galleria Dimensione, Lecce, Luoghi fatati del linguaggio (testo di S. Fizzarotti)
1987, Galleria Peccolo, Livorno
1987, Todifestival, Todi (PG) - Tempo profano
1988, Galleria Il Patio, Ravenna - La religione del suono
1988, Galleria Peira, Bra (CN)
1988, Galleria Piramide, Firenze - Grande Muro con angoli (testo di A. Spatola)
1989, Galleria Extra, Taranto - Occhioscrittura
1989, Galleria Giulia, Roma (testo di C. Casorati)
1989, Galleria Saletta Viviani, Pisa - A guardia del porto vuoto (testo di N. Miceli)
1989, Galleria Ellequadro, Genova - Il tredicesimo mese (testo di G. R. Manzoni)
1989, Westend Galerie, Francoforte
1991, Galleria Teardo, Pordenone - Carte (testo di E. Santese)
1991, Galleria San Luca, Bologna (testo di C. Cerritelli)
1991, Banca Popolare di Milano, Roma - Carte
1991, Galleria Miralli, Viterbo - Brevi firmamenti (testo di C. Cerritelli)
1991, Galleria Bianca Pilat, Milano - Da Pompei a Bombay
1991, Studio Mara Coccia, Roma - Sculture (testi di J. Blaine, P. Castellin, F. Beltrametti)
1992, Galleria Contemporanea, Padova - Osservazione del Tempo
1992, Galleria Peira - Centro G.Arpino, Bra (CN)
1992, Palazzo Crepadona, Belluno - Bellamunum (testo di F. Gualdoni)
1992, Galleria Civica di Modena, Modena (testo di F. Gualdoni)
1992, Studio Sauro Bocchi, Roma - A ferro e fuoco (autopresentazione)
1993, Galleria Giulia, Roma - Ricostruzione (testo di M. Vescovo)
1993, Westend Galerie, Francoforte - I giorni dell'anno
1993, Galleria Lidya Palumbo Scalzi, Latina - Il viaggio (autopresentazione)
1993 ,Galleria Marco Rossi Lecce, Roma - Calendario (autopresentazione)

1994, Galleria Paola Verrengia, Salerno
1994, Teatro Argentina di Roma, Grovigli di silenzio (testo di Otello Lottini).
1994, Galerie Hèléne De Roquefeuil, Paris - Calendiario
1994, Galleria San Carlo, Milano - Calendiario
1994, Galerie Schnitzer, Klagenfurt - Tommaso Cascella Bilder
1994, Galleria Teardo, Pordenone - Calendiario
1995, Circolo degli Artisti, Faenza (PS) - I confini del centro (autopresentazione)
1995, Villa Taverna Parisi, Frascati Roma - La scultura abitata
1995, Nominato accademico per la scultura dell'Accademia di San Luca, Roma
1996, Galleria Giulia, Roma - Leggende istantanee (testo di Federica Di Castro)
1996, Teatro Comunale, Atri,(TE) (testo di Lorenzo Mango)
1996, Galleria La Panchetta, Bari
1996, Galleria San Carlo, Milano - Prima del colore (testo di Luciano Caramel)
1996, Galerie Hèléne De Roquefeuil , Paris - Domus Aurea (testo poetico di Antonio Arèvalo)
1996, XII Quadriennale, Roma.
1996, Galleria Astuni, Fano (PS) - Calendiario
1997, Studio Rodari, Verbania Intra (testo di Lorella Giudici).
1997, Torre Guevara, Ischia, NA - Cielo obliquo.
1997, Spirale Arte, Pietrasanta, (LU).
1997, Galleria Ellequadro, Genova.
1997, Spirale Arte, Milano - Calendiario e altri racconti (testo Alessandro Riva).
1997, Liba Arte Contemporanea - Pontedera , (PI)
1998, Galleria Teardo, Pordenone.
1998, Galleria Athema, Porto d’Ascoli, (AP).
1998, Galleria Extra Moenia, Todi (PG ) (testo di Fabrizio D’Amico).
1999, Galleria Oprandi, Voltiere (BG).
1999, Galleria Les Chances de l’Art, Bolzano - Astrazione o azione degli astri?
1999, Westend Galerie, Francoforte - Figurare l’Universo.
2000, Galleria Venice Design, Venezia – Il peso dell’aria (testo di Enzo Di Martino)
2000, Galleria SpiraleArte, Milano – I colori dell’acqua (testo di Alberto Fiz)
2000, X Biennale della xilografia, Premio Ugo da Carpi, Castello di Carpi, Modena.
2000, Galleria Alice & Altri lavori in corso, Roma – Salute e Baci.
2001, Museo Piaggio, Pontedera (PI) – Pietro e Tommaso Cascella, Cordelia Von 2001, Den Steinen (testo di D. Carlesi).
2001, Galleria SpiraleArte, Verona..
2001, Danubiana Meulensteen Art Museum – T.Cascella, E. Esposito, A. Fettolini, 2001, Analogie del presente – Bratislava,
2001, Galleria Tarozzi – Pordenone.
2001, Galleria Marchetti, Roma. – Senza filo né ago.
2001, Galleria Il Bulino, Roma. – Cartoni animati.
2001, Galleria Comunale di Ciampino, Roma - Basilé & Cascella.
2002, L'Equipe laboratorio, Potenza.
2002, Galleria d'arte 13, Reggio Emilia.
2002, Palazzo dei Priori, Certaldo FI – Assedio
2002, Galleria Miralli, Viterbo – Reame di rame
2003, Galleria Orie, Tokyo.
2003, Westend Galerie, Frankfurt A.M. – Dipinti e sculture
2003, Palazzo Orsini, Bomarzo (VT) – 1+1=1.
2003, Galleria SpiraleArte, Pietrasanta (MS) – Rosssso.
2003, Galleria 13, Reggio Emilia.
2003, Castello di Graffignano, VT - Sculture
2003, Galleria Leupi, Ascona, Svizzera.
2004, Galleria Marchetti, Roma – Nel rovescio del reale
2004, Galleria Spirale, Verona – Ombra dell’ombra
2004, Centro d’arte La Bussola, Cosenza - Al margine dell’acqua
2004, Capricorno Gallery, Capri NA.
2004, Palazzo Crispi, Napoli – Calendiario.
2005, Franca Pezzoli Arte Contemporanea, Clusone – Galleggiare sui linguaggi.
2005, Centro Studi Artetrentatre, Avellino – Galleggiare sui linguaggi
2005, Campo Galleria, Avigliana, TO – Centro del centro.
2006, Chiostro di Sant’Agostino, Pietrasanta – il linguaggio dell’iride.
2006, Galleria Spirale Arte, Monza – Il caso e l’anima.
2006, Galleria Les Chances de l’Art, Bolzano – Piazza delle erbe.
2006, Galleria Giulia, Roma – Teatro
2006, Galleria Rosso27, Roma - Rosso